fun

[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 05/10/2022

Sezione Stazione appaltante

ERAP Marche - Presidio di Ancona
FERRI FRANCO

Sezione Dati generali

GARA EUROPEA A PROCEDURA TELEMATICA APERTA EX ART 60 DEL D.LGS. 50/16 PER LAFFIDAMENTO DI CONCESSIONE, CON LA FORMULA DI FINANZA DI PROGETTO PARTENARIATO PUBBLICO/PRIVATO (PPP EX ART 183 COMMA 15 DEL D.LGS. 50/16), RELATIVA ALLA RIQUALIFICAZIONE DEGLI EDIFICI RICOMPRESI NEL LOTTO 11 DELL'ERAP MARCHE PRESIDIO DI ANCONA AVVALENDOSI DELLE AGEVOLAZIONI ECONOMICHE DI CUI ALLA L 77/20 CON TRASFERIMENTO DEI BENEFICI FISCALI DEL C.D. SUPERBONUS 110% E DI FONDI ERAP - CIG: 9268092F74 CUP: I42D22000020005 - CIG : 9268092F74
Lavori
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
10.028.750,38 €
17/06/2022
27/07/2022 entro le 13:00
G00094
Conclusa - Aggiudicata

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
Busta tecnica
  • Progetto definitivo - capitolo 17.2 punto 1) del disciplinare
  • Relazione unica - capitolo 17.2 punto 2) del disciplinare
Busta economica
  • piano economico e finanziario (PEF) asseverato - capitolo 17.3 punto 1. del disciplinare
  • Relazione illustrativa al PEF - capitolo 17.3 punto 2. del disciplinare
  • computo metrico estimativo delle opere da realizzare - capitolo 17.3 punto 3. del disciplinare
  • offerta economica - capitolo 17.3 punto 4. del disciplinare

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 08/08/2022
    comunicazione seconda seduta pubblica - Si comunica che in data 10/08/22 alle ore 10,00 si terrà la seduta pubblica durante la quale si procederà alla apertura busta "C" offerta economica. LA STAZIONE APPALTANTE
  • Pubblicato il 28/07/2022
    COMUNICAZIONE PROCEDURA SOCCORSO ISTRUTTORIO - Si comunica che in data 05/08/22, alle ore 09.00, si terrà la seduta pubblica in cui verranno verificate e processate tutte le richieste di soccorso istruttorio come avanzate e comunicate dalla stazione appaltante. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO Francesco Cesaroni
  • Pubblicato il 14/07/2022
    quesito 1 - Quesito 1: "Il Disciplinare di gara, capitolo 23 Ulteriori indicazioni, par. D Specificazioni, pag. 33 prevede che l'importo di ciascun contratto applicativo sarà determinato a misura con riferimento alle voci del prezziario regionale delle opere pubbliche della regione Marche vigente al momento della sottoscrizione del contratto di accordo quadro, integrato con i prezzi specifici del settore manutentivo. Tuttavia, il progetto di fattibilità tecnica ed economica posto a base di gara è stato redatto tenendo in considerazione i prezzi (inferiori) correnti al momento della redazione. L'applicazione dei prezzari secondo quanto previsto dal Disciplinare di gara nonché secondo quanto previsto dalla normativa attualmente vigente, determinerà senza alcun dubbio un aumento dell'importo totale del Computo Metrico, e pertanto un aumento dell'importo di intervento di cui al Piano Economico Finanziario. Si chiede, pertanto, se è ammissibile la presentazione di un PEF e di un Computo Metrico Estimativo di progetto che riportino importi maggiori rispetto a quelli indicati nel PEF posto a base di gara o se, in alternativa, si debba provvedere alla riduzione delle attività lavorative al fine di rientrare nell'importo posto a base di gara. Rimanendo in attesa di un vostro gentile riscontro, al fine di potere riscontrare la predetta richiesta, vi porgo un cordiale saluto. Chiarimento al quesito 1: Il richiamo al disciplinare di gara risulta improprio in quanto la norma citata (che è un refuso) fa espresso riferimento alla fattispecie dell'accordo quadro che in questo caso non è in alcun modo applicabile. Per quanto attiene il merito del quesito precisiamo che le ipotesi di modifica progettuale in sede di gara non sia percorribile, in questa fase, perché non assistita da pertinente supporto normativo. Per altro questa fattispecie non risulta regolamentata né a livello di schema di convenzione né dalla relativa matrice dei rischi di cui da vs. progetto che sarà posto in gara.

[ Torna all'inizio ]